Chiesa di San Carlo alle Quattro Fontane e il Chiostro

Chiesa di San Carlo alle Quattro Fontane quttro fontaneLa Chiesa di San Carlo alle Quattro Fontane o anche detta “San Carlino” si trova a Roma, situata all’incrocio tra Via del Quirinale e Via delle Quattro Fontane, sulla sommità del colle Quirinale, nel rione Monti.

La chiesa, di piccole dimensioni, ha una forma ellittica, è dedicata alla Ss. Trinità e a San Carlo Borromeo, arcivescovo di Milano, ed è stata realizzata tra il 1634 e il 1644 dall’ architetto svizzero Francesco Borromini, grande esponente dell’architettura barocca, su commissione dei frati dell’ ordine dei Trinitari.

Francesco Borromini, all’epoca giovanissimo, era già conosciuto nell’ambiente artistico romano grazie alla parentela con  Carlo Maderno, ed era già apprezzato per le sue qualità tecniche che aveva potuto mostrare collaborando alla realizzazione del Baldacchino di San Pietro. La Chiesa di San Carlo alle Quattro Fontane è la prima commissione affidata al Borromini come architetto indipendente

La Chiesa di San Carlo alle Quattro Fontane rappresenta, pertanto, uno dei maggiori capolavori architettonici del Barocco romano, (unitamente al chiostro e al convento che sorge accanto alla chiesa, dove sul portale d’ingresso è inserito il mosaico “Cristo tra due schiavi liberati” opera di Fabio Cristofari).

Dopo la morte di Francesco Borromini, avvenuta nel 1667, la Chiesa di San Carlo alle Quattro Fontane viene completata dal nipote Bernardo Borromini e terminata nel 1670.

La facciata esterna è suddivisa in due ordini, uno superiore ed uno inferiore, e appare movimentata dall’introduzione di linee concave e convesse, che gli conferiscono una giusta dose di dinamismo architettonico.

Nella nicchia posta sopra al portale d’ingresso è situata la statua di San Carlo Borromeo realizzata da Antonio Raggi tra il 1675 ed il 1680.

L’interno a pianta mistilinea conserva tre dipinti: sull’altare maggiore è collocata la pala seicentesca “San Carlo Borromeo con i fondatori dell’Ordine adorante la Trinità” del  pittore francese Pierre Mignard; sull’altare di sinistra si trova il dipinto “Estasi di San Giovanni Battista della Concezione” di Prospero Mallerini (anno 1819), mentre sull’altare di destra si trova il dipinto “Estasi di san Michele dei Santi” di Amalia de Angelis (anno 1847).

P1250397

La cupola, a forma ellittica riceve la luce da ampie finestre, e contiene al centro la raffigurazione dello Spirito Santo.

Al di sotto della chiesa si trova la cripta, che segue la stessa pianta della chiesa e al suo interno custodisce due cappelle, una delle quali era in origine destinata alla tomba del Borromini, ma costui essendosi suicidato, trafiggendosi con una spada, il suo corpo viene sepolto presso la Basilica di San Giovanni Battista dei Fiorentini.

Chiesa di San Carlo alle Quattro FontaneDall’interno della Chiesa di San Carlo alle Quattro Fontane si accede al chiostro, realizzato sempre dal Borromini nel 1644, a pianta ottagonale allungata, con al centro un piccolo pozzo sempre di forma ottagonale. Nonostante le ridotte dimensioni dello spazio a disposizione, Francesco Borromini riesce a conferire il senso di profondità e di ampiezza e suddivide il chiostro in due ordini, uno inferiore composto da serliane, convesse agli angoli, e quello superiore, circondato da una serie di colonne e da una balaustra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *