Francesca Ordeaschi

Francesca Ordeaschi è stata una rinomata cortigiana del Rinascimento italiano, figura enigmatica e per certi aspetti misteriosa, dal momento che si conoscono poche notizie sulla sua vita. Certamente Francesca Ordeaschi è passata alla storia in qualità di amante prima, e di moglie dopo, del ricco banchiere e collezionista d’arte, di origine senese, Agostino Chigi.

Agostino Chigi, soprannominato il Magnifico (Siena, 29 Novembre 1466 – Roma, 11 Aprile 1520) è stato un facoltoso banchiere senese, grande mecenate, molto vicino alla cerchia pontificia e in particolare al Papa Alessandro VI (al secolo Rodrigo Borgia) e al Papa Giulio II (al secolo Giuliano della Rovere). A Venezia conosce la bella e affascinante Francesca Ordeaschi, della quale si innamora perdutamente e che ben presto diventa la sua amante ufficiale, e alla morte della moglie Margherita Saracini, dalla quale non ha figli, Agostino Chigi decide di sposare la sua amante, nonostante la sua reputazione di cortigiana, e dall’unione nascono ben cinque figli. In tal modo Francesca Ordeaschi, da umile cortigiana si trasforma nella moglie di uno degli uomini più influenti del Rinascimento italiano, scalando la piramide sociale.

In onore delle nozze con Francesca Ordeaschi il ricco banchiere senese commissiona a Raffaello Sanzio e ai suoi allievi (tra cui Giulio Romano, Giovan Francesco Penni e Raffaellino del Colle), la realizzazione di una serie di affreschi nella sua opulenta Villa Chigi in Via della Lungara a Roma, nella zona di Trastevere, oggi Villa Farnesina, costruita tra il 1506 e il 1512 su progetto dell’architetto e pittore Baldassarre Peruzzi. Gli affreschi di Raffaello e della sua bottega sono incentrati sulla favola di Amore e Psiche tratta dall’Asino d’oro di Apuleio.

Si tratta, nella specie, della famosa Loggia di Psiche situata al piano terra di Villa Farnesina, che narra attraverso le immagini la loro storia d’amore coronata poi con il matrimonio.

Francesca Ordeaschi

Convito nuziale

Qui emerge l’immagine di Francesca Ordeaschi accostandola alla figura mitologica di Psiche ma sembra che la stessa sia stata anche la modella per il dipinto “Dorotea” di Sebastiano del Piombo realizzato intorno al 1512 circa, ovvero durante il periodo romano del pittore di origine veneziana, e conservato presso la Gemäldegalerie di Berlino. Lo stesso Sebastiano del Piombo, su commissione di Agostino Chigi, lavora alle decorazioni di Villa Chigi, oggi Villa Farnesina, con la realizzazione dell’affresco raffigurante “Polifemo” (1512-1513) posto accanto al “Trionfo di Galatea” di Raffaello Sanzio, nella Sala di Galatea.

“Polifemo”

“Trionfo di Galatea” di Raffaello Sanzio

La tomba di Agostino Chigi è si trova all’interno della Cappella Chigi nella Basilica di Santa Maria del Popolo a Roma, nel rione Campo Marzio.

 

6 thoughts on “Francesca Ordeaschi

    • Non è dato saperlo, mentre Agostino Chigi è sepolto all’interno della Cappella Chigi, progettata da Raffaello nella Basilica di Santa Maria del Popolo a Roma.

    • Agostino Ghigi aveva previsto la tomba per sua moglie nella cappella dove tutt’ora è sepolto in Santa Maria del popol, cappella costruita da Raffaello, tuttavia il fratello Sigismondo, alla morte di Francesca Odescalchi, la fece seppellire in S. Pietro in Mortorio, e nella tomba prevista per la moglie di Agostino vi ci fece seppellire lui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *