Immacolata Concezione e Santi. Opera di Carlo Maratta

Immacolata Concezione e SantiL’ “Immacolata Concezione e Santi” è un dipinto (olio su muro) realizzato nel 1686 dal pittore italiano Carlo Maratta, ed attualmente conservato all’interno della Basilica di Santa Maria del Popolo a Roma.

Più precisamente nella Cappella Cybo, realizzata per volontà del cardinale Alderano Cybo, situata nella navata destra della Basilica di Santa Maria del Popolo, rivestita di pregiati marmi verdi e neri, decorata inizialmente dal Pinturicchio, e successivamente da Carlo Fontana è conservata la pala d’altare, “Immacolata Concezione e Santi – Giovanni Evangelista, Gregorio, Giovanni Crisostomo e Agostino” di Carlo Maratta.

Carlo Maratta (o anche Maratti, Carlo 1625-1713) è stato un celebre pittore e restauratore italiano, operante soprattutto nella seconda metà del Seicento. Marchigiano di nascita arriva a Roma ancora giovanissimo e acerbo, formandosi presso la prestigiosa bottega di Andrea Sacchi. La sua arte e la sua pittura diventa, col tempo, l’eccellente risultato della combinazione del classicismo e del barocco.

Invero nella pittura di Carlo Maratta, il classicismo di Sacchi e di Raffaello si combina con lo stile barocco di Gian Lorenzo Bernini e di Pietro da Cortona, elevandolo tra i principali artisti e pittori maggiormente richiesti e operanti a Roma della seconda metà del Seicento.

Nel dipinto “Immacolata Concezione e Santi” si percepisce facilmente il classicismo della composizione e il barocco dell’immagine fluttuante della Vergine e dei panneggi, nel perfetto gioco di luci ed ombre che creano un moderato effetto scenografico e pittorico.

Il dipinto “Immacolata Concezione e Santi”  raffigura la Vergine in alto e al centro della composizione, poggiata (o sospesa) su una nuvola e circondata da una aureola dorata e da alcuni puttini. Nella parte bassa sono dipinti i santi Giovanni Evangelista, Gregorio, Giovanni Crisostomo e Agostino impegnati in un dibattito teologico incentrato sul dogma della Immacolata Concezione della Vergine Maria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *