La Cappella Chigi o della Madonna del Voto nel Duomo di Siena

La Cappella Chigi o della Madonna del Voto San Girolamo e Santa Maria Maddalena

Madonna del Voto di Dietisalvi di Speme

La Cappella Chigi o della Madonna del Voto è situata all’interno del Duomo di Siena o Cattedrale metropolitana di Santa Maria Assunta, in Toscana.

L’imponente cattedrale senese, situata nella omonima piazza, in stile romanico-gotico italiano, risale al 1215 – 1263, ed è costruita in marmo bianco e nero, con l’aggiunta di marmo rosso nella facciata esterna. Al suo interno conserva una serie di capolavori della storia dell’arte con il magnifico pavimento totalmente ricoperto da un antico mosaico marmoreo, le importanti pale d’altare, le ampie vetrate, gli affreschi del Pinturicchio, le elaborate sculture e statue dei più grandi scultori italiani come Nicola Pisano, Gian Lorenzo Bernini, Donatello, Michelangelo fino alle pregiate acquasantiere di Antonio Federighi.

La Cappella Chigi o della MadSan Girolamo e Santa Maria Maddalena

Santa Maria Maddalena di Bernini

Tra le diverse cappelle occorre citare la Cappella Chigi o della Madonna del Voto costruita tra il 1659 e il 1662 in stile barocco dall’architetto austriaco Giovan Paolo Schor, su disegno di Gian Lorenzo Bernini, su commissione del papa senese Alessandro VII.

La Cappella Chigi o della Madonna del Voto San Girolamo e Santa Maria Maddalena

San Girolamo del Bernini

La Cappella Chigi o della Madonna del Voto conserva nell’altare centrale un dipinto a tempera e oro su tavola raffigurante la Madonna col Bambino detta “Madonna del Voto” (oggetto di grande venerazione con il titolo di Advocata Senensium) risalente intorno al 1267 ed attribuibile al pittore italiano, presumibilmente senese, Dietisalvi di Speme.

La Cappella Chigi o della Madonna del Voto

Fuga in Egitto di Carlo Maratta

La Cappella Chigi o della Madonna del Voto ha forma circolare con tamburo e cupola, con otto alte colonne di verde antico, e in apposite nicchie laterali sono collocate le due celebri sculture raffiguranti “San Girolamo e Santa Maria Maddalena“, entrambe realizzate tra il 1661 e il 1663 dal grande esponente del barocco italiano, lo scultore Gian Lorenzo Bernini.

La Cappella Chigi o della Madonna del Voto

Visitazione di Carlo Maratta

Inoltre, sulla parete sinistra è conservato il dipinto la “Visitazione”  mentre sulla parete destra è visibile il mosaico raffigurante la “Fuga in Egitto“, entrambe realizzate dal pittore Carlo Maratta, mentre sopra la statua della Maddalena, è presente il riquadro scolpito a bassorilievo, la “Presentazione al Tempio“, opera di Pietro Bracci. Gli altri tre bassorilievo in marmo collocati nel 1748 sopra le statue di San Girolamo, San Bernardino e di Santa Caterina da Siena raffigurano la Visitazione dello scultore fiorentino Filippo Valle, il Transito della Vergine dello scultore milanese Giovanni Battista Maini, e la Natività dello scultore romano Maria di Carlo Marchionni.

La Cappella Chigi o della Madonna del Voto

Santa Caterina da Siena

Infine, le altre due statue conservate nella Cappella della Madonna del Voto, anch’esse custodite in due apposite nicchie laterali, sono “San Bernardino e Santa Caterina da Siena” realizzate rispettivamente da Antonio Raggi e Ercole Ferrata, scultori milanesi, allievi e collaboratori di Giovan Lorenzo Bernini.

La Cappella Chigi o della Madonna del Voto

San Bernardino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *