Louise Homer

Louise Homer Marcella Sembrich Anna Deinet Emma Calvé Caroline Branchu Emmy Destinn Marie Cornélie Falcon Malvina Garrigues Luise Jaide Félia Litvinne Adelina Stehle Lillian Nordica Giuseppina Pasqua Lise Tautin Olive Fremstad Erminia Frezzolini Viorica Ursuleac Rosine Bloch Lydia Lipkowska Fanny Salvini Donatelli Luigia Boccabadati Marietta Alboni Aloysia Weber plagioLouise Homer, all’anagrafe Louise Dilworth Beatty, (Pittsburgh, 30 Aprile 1871 – Florida, 6 Maggio 1947) è stata una famosa cantante lirica americana, nella specie un contralto, tra le più rinomate ed apprezzate del Ventesimo secolo.

Nata in Pennsylvania nel 1871, Louise Homer sin dalla tenera età mostra la sua passione e la sua attitudine per la musica e per il canto, che studia prima nella città di Philadelphia e poi a Boston.

A Boston Louise Homer conosce il compositore americano Sidney Homer che sposa nel 1895 (un matrimonio che dura tutta la vita, allietato dalla nascita di sei figli).

Dopo il matrimonio, nel 1898, Louise Homer si trasferisce in Francia per studiare a Parigi e nello stesso anno debutta a Vichy, interpretando il ruolo di Leonora in “La favorita” di Gaetano Donizetti.

Prende, in tal modo, avvio della sua straordinaria carriera operistica con una serie di esibizioni a livello internazionale; in particolare Louise Homer si esibisce al Royal Opera House (Covent Garden) di Londra, al Théâtre Royal de la Monnaie di Bruxelles e al Metropolitan Opera di New York City, dove debutta nel 1900 interpretando il ruolo di Amneris nell’ “Aida” di Giuseppe Verdi.

Al Met (Metropolitan Opera di New York City) Louise Homer si esibisce altresì in due anteprime mondiali: il 28 Dicembre 1910 interpreta il ruolo della strega Witch in “Königskinder” del compositore tedesco Engelbert Humperdinck, e il 14 Marzo 1912 interpreta il ruolo principale in “Mona” del compositore americano Horatio Parker.

Tra i diversi ruoli che interpreta nel corso della sua carriera operistica al Metropolitan Opera di New York City occorre citare nel 1907 il ruolo di Suzuki, nella prima esecuzione americana della “Madama Butterfly” di Giacomo Puccini, Brangäne in “Tristan und Isolde” di Richard Wagner, Lola in “Cavalleria rusticana” di Pietro Mascagni, Fidès in “Le prophète” di Giacomo Meyerbeer, Laura in “La Gioconda” di Amilcare Ponchielli, Marguerite in “La Dame Blanche” del compositore francese François-Adrien Boieldieu, la Seconda Signora in “The Magic Flauto” di Wolfgang Amadeus Mozart, Orfeo in “Orfeo ed Euridice” di Christoph Willibald Gluck, Urbain in “Les Huguenots” di Giacomo Meyerbeer, Siebel in “Faust” di Charles Gounod.

Rimane al Met fino al 1929, e nel 1932 si ritira definitivamente dalle scene.

Louise Homer muore il 6 Maggio 1947 a Winter Park, in Florida, all’età di settantasei anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *