Progetti Corsi e Collaborazioni

L’Associazione ALETES Onlus nasce dall’iniziativa del Maestro Internazionale d’Arte Mario Salvo, e sin dall’inizio pone al centro della propria attività nel sociale l’arte e la cultura quale momento formativo e di integrazione in favore della popolazione giovanile del territorio di Roma.

Con l’adesione all’associazione di professioniste psicologhe, sin dall’anno 2010 ha realizzato numerose attività di istruzione, formazione e promozione della cultura e dell’arte nei confronti di minori e persone diversamente abili, attraverso diversi progetti e in particolare mediante laboratori di “Art Terapy”.

  • Corso D’Arte presso l’ I.C. Statale G. Puccini- durata 9 mesi, 21 classi tra elementari e medie, con all’interno la presenza di almeno un bambino diversamente abile, totale studenti coinvolti ca. 475.
  • Corso di disegno di 1° Livello presso l’Ass.ne Culturale “Crescere Insieme” sita in via Podgora – Roma – riservato a persone diversamente abili – durata 7 mesi.
  • Progetto Artistico “Un futuro a colori – step.1” presso l’I.C. Statale “T. Momsen” – plesso S. Quasimodo via Latina 550 e G. Verdi in Via Gela – durata 7 mesi, scuole elementari, con all’interno la presenza di almeno un bambino diversamente abile, totale studenti coinvolti ca. 125.
  • Progetto Artistico “Un futuro a colori – step.1” presso l’I.C. “Suore della Divina Provvidenza durata 6 mesi, totale studenti coinvolti (compresi diversamente abili) ca. 56.
  • Progetto Artistico “Un futuro a colori – step.1” presso l’I.C. “Rita Levi Montalcini” plessoDon Paolo Albera” via Nobiliore 78 – 4 classi elementaridurata 5 mesi, totale studenti coinvolti (compresi diversamente abili) ca. 91.
  • Progetto Artistico presso l’I.C. “Rita Levi Montalcini” – sezione distaccata Don Rua – per classe 4^A elementaredurata 5 mesi, totale studenti coinvolti (compresi diversamente abili) ca. 26.
  • Corso di disegno di 2° Livello presso l’Ass.ne Culturale “Crescere Insieme” sita in via Podgora – Roma – riservato a persone diversamente abili – durata 7 mesi.

L’adesione all’Associazione di professionisti avvocati ha consentito di maturare esperienza in attività sociali aventi ad oggetto la Legalità quale momento di espressione della cittadinanza responsabile.

In quest’ottica sin dal 2000, l’Associazione ALETES Onlus, ha stipulato una Convenzione con il Tribunale Ordinario di Roma per lo svolgimento del lavoro di pubblica utilità ai sensi degli artt. 54 D.Lgs 28 Agosto 2000 n. 274, e art. 2 D.M. 26 marzo 2001 (nella misura di n. 4 condannati contemporaneamente).

La pluralità di professionalità presenti nell’Associazione ha consentito di attivare, presso la sede operativa, due Sportelli di Consulenza legale e psicologica:

  • Sportello di consulenza legale e spicologica per vittime di usura e per le persone che versano in stato di sovraindebitamento;
  • Sportello di consulenza legale e psicologica in favore delle donne vittime di violenza intrafamiliare, e per la tutela dei minori ostaggio delle citate dinamiche genitoriali conflittuali.

L’attenzione al benessere psicofisico dei minori e ai valori della legalità e della cittadinanza responsabile ha suggerito di attivarsi anche sul versante dei minori autori di reato per i quali il Tribunale per i Minorenni abbia autorizzato l’istituto della messa alla prova. In tal senso, l’Associazione ALETES Onlus ha avviato una proficua collaborazione con i Servizi Sociali del Ministero della Giustizia (U.S.S.M) per l’istituto della messa alla prova per minori autori di reato (D.P.R. 448/1988).

I Minori sono altresì al centro di un nuovo importante progetto denominato “Un Futuro a Colori” da attuare nell’Istituto Penitenziario Minorile “Casal Del Marmo avente lo scopo di attuare un processo educativo nei confronti dei minori in regime di restrizione, nel rispetto dei diritti fondamentali della persona e perseguendo gli scopi educativi, trattamentali nonché di reinserimento sociale a cui la sanzione penale deve tendere.

Con il progetto “Un Futuro a Colori”, i valori della Cultura e dell’Arte tornano ad essere elemento di congiunzione con i valori della Legalità e della Cittadinanza responsabile. Attraverso il disegno i minori potranno elaborare le proprie emozioni e il proprio vissuto, facendo emergere i propri desideri, paure, angosce, traumi in modo da raggiungere una nuova visione delle difficoltà.

L’arte terapia utilizza le potenzialità, che possiede ogni persona, di elaborare creativamente tutte quelle sensazioni che non si riescono a far emergere con le parole e nei contesti quotidiani.

Per mezzo dell’azione creativa l’immagine interna diventa immagine esterna, visibile e condivisibile e comunica all’altro il proprio mondo interiore emotivo e cognitivo. Proprio la condivisione è l’elemento amplificatore attraverso il quale il proprio mondo intuitivo ed arcaico viene osservato con/insieme agli altri.

Per il mese di maggio è stata prevista la prima giornata di prova presso l’Istituto Penitenziario Minorile “Casal Del Marmo” per l’avvio del progetto “Un Futuro a Colori”

Nell’anno 2014/2015 sono, inoltre, state realizzate le seguenti iniziative progettuali:

  • “Redazione di un giornalino scolastico” presso l’I.C. Via dei SesamiVia Palmiro Togliatti 781: l’ attività progettuale nella quale i bambini sono coinvolti ha come scopo quello di fornire gli strumenti per individuare, e quindi prevenire, i pericoli derivanti da un uso distorto dell’informazione, sviluppare una autonomia del giudizio attraverso la creatività, sviluppare sentimenti di critica e di cronaca;
  • “Uso responsabile delle nuove tecnologie” presso il Liceo Scientifico Statale C. Cavour”Via delle Carine 1, per un totale di oltre 200 alunni: l’attività progettuale si articolerà in 3 fasi (questionario, focus group, cartina responsabile) nell’ambito delle quali verrano analizzate le varie forme di devianza in Internet ( in particolare Cyberbullismo, Sexting, Flaming, Impersonation);
  • “Emozioni” presso l’ I.C. Via Ormea 6: il progetto intende offrire agli alunni una opportunità di avvicinarsi, in modo semplice spontaneo e giocoso, alla tematica delle emozioni quali la felicità, l’allegria, la gioia, la paura, il conflitto-scontro, la tenerezza, la cura per l’altro;
  • “Writing – espressione di creatività nel rispetto della legalità” : l’attività progettuale è diretta all’analisi delle origini del Writing e del suo sviluppo progressivo sino alla Street Art, sia dal punto di vista sociale al fine di indirizzarlo verso ambiti adeguati e sia dal punto di vista legale, quale strumento per prevenire determinati comportamenti devianti o veri e propri reati di danneggiamento e si concluderà con la realizzazione di un Writing su carta corredato dal tag ;
  • Il Piccolo Principe in Scribing” : tutti i concetti contenuti nell’opera vengono trasformati in immagini e parole, dal pianeta che il Piccolo Principe aveva dovuto lasciare per prendere a poco a poco conoscenza, così come nella vita, di tutti gli altri pianeti che esistevano oltre al suo, la sua rosa, i suoi quarantatrè tramonti in un solo giorno, ecc… Lo Scribing è un metodo di rappresentazione dei concetti attraverso disegni, illustrazioni e frasi. Si tratta di uno strumento di Visual Thinking, perché aiuta a rappresentare concetti ed idee in forma grafica e visiva, favorendo in questo modo la partecipazione, l’attenzione e la curiosità del pubblico. In tal modo i disegni aumentano il coinvolgimento emotivo dei partecipanti.

Altri progetti in cantiere che saranno realizzati a medio termine:

LEGALITA’ A SCUOLA: LA CARTA COSTITUENTE DEGLI STUDENTI

Si tratta di un progetto destinato agli studenti delle scuole medie e superiori, attraverso il quale questi ultimi saranno chiamati a collaborare attivamente per la creazione di una micro Costituzione della loro scuola, nella quale dovranno essere definite regole minime ma condivise di interazione sociale scolastica sia nei loro reciproci rapporti sia nei rapporti con gli insegnanti.

LEGALITA’ CITTADINANZA E USO RESPONSABILE DEL DENARO

L’uso responsabile del denaro è strettamente connesso ai valori della cittadinanza responsabile e della legalità, ed i giovani, del tutto inconsapevolmente, sono spesso promotori di una gestione familiare non responsabile delle risorse reddituali.

Il valore della legalità è strumento di identificazione, intorno a regole e valori condivisi, della collettività di cui si è parte. L’identità collettiva spesso conduce ad identificarsi in stereotipi sociali che si fondano sul protagonismo e l’apparenza. I giovani sono i primi componenti della collettività ad essere colpiti da messaggi pubblicitari che creano gli stereotipi fondati sul protagonismo e l’apparenza, sulla necessità di possedere, ad ogni costo, status simbols. Essere cittadini responsabili significa essere anche consapevoli delle difficoltà che posso incontrare le famiglie a sostenere spese per l’acquisto di “status simbols”, e dei rischi connessi ad un uso irresponsabile del denaro.

La consapevolezza pertanto si ricollega inscindibilmente alla maturità degli studenti di decidere su quelli che sono i propri bisogni reali e le necessità di consumo oltre alla possibilità che al consumo irresponsabile si affianchi il rischio di contrarre debiti, che col tempo possono risultare insostenibili: quindi i ragazzi dovranno essere formati a valutare e gestire i propri bisogni e ad avere un giudizio critico sulle proprie scelte.

L’obiettivo di questa proposta progettuale è quindi quella di consentire ai giovani studenti delle elementari, medie e superiori di comprendere il valore reale del denaro, come mezzo di scambio, quali sono gli scopi della pubblicità, cosa può comportare una condizione di sovraindebitamento familiare in termini non solo di disagio economico ma anche di seri rischi di scivolare verso forme di accesso al credito illegali.

COMMERCIANTI E IMPRENDITORI

Corso di formazione sull’accesso al credito

Il Progetto prevede un corso di formazione per commercianti ed imprenditori dell’area comunale che verterà sull’accesso al credito sotto il profilo della tutela dei correntisti nei rapporti con istituti di credito e società finanziarie, e sotto il profilo dell’accesso al credito illegale.

LA GUERNICA”

La seguente proposta progettuale concerne la partecipazione attiva e coinvolgente dei ragazzi delle scuole medie e superiori in un percorso artistico, storico ed emozionale facendo ricorso ad una delle più grandi opere del Novecento. La Guernica è considerata quale simbolo universale di tutti soprusi perché “ davanti ad un conflitto che mette in gioco i più alti valori dell’umanità, gli artisti non possono e non devono restare indifferenti”. Realizzata ad olio su tela, rappresenta un enorme Specchio che misura 349 per 776 centimetri circa, in cui i ragazzi dovranno riflettere le loro paure e insicurezze, tipiche dell’età evolutiva, per poi infrangerli anche loro su una Tela. L’alto senso drammatico nasce anche dalla deformazione dei corpi, dalle linee che si tagliano vicendevolmente, dalle lingue aguzze che fanno pensare ad urli disperati e laceranti, dall’alternarsi dei campi di colori, che accentuano la dinamica delle forme contorte e sottolineano l’assenza di vita a Guernica.

Gli obiettivi di questa proposta progettuale sono i seguenti

  • rappresentare la realtà vissuta dai ragazzi partendo dal loro punto di vista.
  • sensibilizzare i ragazzi trasmettendo loro un forte e comunicativo messaggio di pace e di giustizia sociale attraverso l’arte.
  • coinvolgere attivamente i ragazzi nella realizzazione delle loro piccole opere d’arte, ognuna con una propria, particolare intensità.
  • sviluppare l’empatia nel senso non di andare verso l’altro, ma di portare l’altro nel proprio mondo;
  • promuovere il protagonismo e la creatività.

 

One thought on “Progetti Corsi e Collaborazioni

  1. Il Liceo Cavour di Roma da tre anni si avvale della collaborazione preziosissima di Aletes Onlus nel progetto di prevenzione del cyberbullismo. Gli avvocati e gli psicologi dell’associazione si distinguono per cortesia, disponibilità, professionalità, entusiasmo. Una risorsa preziosa per il territorio.
    Prof.ssa Rossella Ghirlanda, referente dei progetti di educazione alla legalità e alla salute del Liceo Cavour di Roma

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *