San Francesco, San Paolo, San Pietro e Sant’ Antonio da Padova

San Francesco, San Paolo, San Pietro e Sant’ Antonio da Padova

San Francesco, San Paolo, San Pietro e Sant’ Antonio da Padova

San Francesco, San Paolo, San Pietro e Sant’ Antonio da Padova è un dipinto (tempera su tavola, quattro pannelli di cm 98 x 37; 98 x 36,5; 98,5 x 36; 97,5 x 37,5) realizzato intorno alla fine del XIV secolo dal pittore senese Bartolo di Fredi, operante nella seconda metà del Trecento.

Il dipinto raffigurante San Francesco, San Paolo, San Pietro e Sant’ Antonio da Padova proviene dalla Chiesa di San Francesco in Montalcino e con molta probabilità si tratta dei pannelli laterali di un polittico poi smembrato, con gli apostoli Paolo e Pietro al centro e i due santi francescani alle estremità, il cui pannello centrale è andato certamente perduto. L’opera è attualmente conservata presso il Museo Civico e Diocesano d’Arte Sacra di Montalcino, in Toscana, unitamente ad altre opere dello stesso autore come il Polittico dell’Incoronazione della Madonna (datato 1388) e il dipinto raffigurante la Madonna col Bambino, il Polittico della Deposizione e il Cristo nel Sepolcro.

Bartolo di Fredi (Siena, 1330 circa – Siena, 26 Gennaio 1410) è stato un celebre pittore italiano, annoverato tra i principali esponenti della scuola senese. La sua arte risente dello stile di Simone Martini e di Pietro e Ambrogio Lorenzetti, (della prima metà del Trecento), e opera principalmente in Toscana dove nella città di Siena nel 1353 è titolare di una bottega insieme al pittore Andrea Vanni, anch’egli annoverato tra gli esponenti della scuola senese. Tra le sue opere principali occorre ricordare la Madonna di Misericordia (datata 1364) conservata al Museo diocesano di Pienza; il ciclo di affreschi con le Storie del Vecchio Testamento (datato 1367) nella Collegiata di San Gimignano; un ciclo di affreschi con scene della Vita della Vergine (datato 1374-1375) nella Chiesa di Sant’Agostino a San Gimignano; gli affreschi raffiguranti il Martirio di sant’Andrea e San Nicola di Bari con le tre fanciulle conservati presso il Convento di San Lucchese a Poggibonsi; il Trittico di Lucignano “Madonna in trono con Bambino, San Giovanni Battista e San Giovanni Evangelista” conservato nel Museo Comunale di Lucignano in provincia di Arezzo; il polittico la Natività di Gesù tra i santi Antonio Abate e Agostino conservato nella Chiesa di Santa Flora e Lucilla a Torrita di Siena; l’Adorazione dei Magi nella Pinacoteca Nazionale di Siena.

Il dipinto San Francesco, San Paolo, San Pietro e Sant’ Antonio da Padova è diviso in quattro pannelli di piccole dimensioni dove sono raffigurati i quattro santi in piedi, verso lo spettatore, ognuno dei quali tiene in mano un libro. Partendo da sinistra verso destra è possibile individuare San Francesco con il saio marrone, il cordiglio in vita e le stimmate sulla mano destra aperta; San Paolo raffigurato con la spada sulla spalla; San Pietro raffigurato con in mano la chiave e infine Sant’ Antonio da Padova con il tipico abito francescano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *