Riavvicinamento temporaneo della vittima al suo persecutore

Il riavvicinamento temporaneo della vittima al suo persecutore nel reato di atti persecutori non ha alcuna rilevanza ai fini della configurabilità dello stesso sotto il profilo del realizzarsi di uno degli eventi alternativi necessari alla sua consumazione. Il temporaneo od episodico riavvicinamento della vittima al suo persecutore neppure può ritenersi… Read more

Alterazione delle abitudini di vita nel delitto di atti persecutori

L’alterazione delle abitudini di vita si colloca tra gli eventi, alternativamente previsti dall’art. 612 bis C.p., comma 1, il cui verificarsi è indispensabile per l’integrazione della fattispecie delittuosa di “atti persecutori“. Invero, il suddetto evento è riconducibile ad uno specifico dato concreto, consistente nel fatto che la persona offesa sia… Read more