Musei Vaticani (Pinacoteca): opere del Caravaggio

Musei Vaticani: Pinacoteca

Presso la Pinacoteca dei Musei Vaticani a Roma si trova una delle più belle opere del Caravaggio che di seguito si procede ad illustrare.

musei vaticaniDEPOSIZIONE 1602/1604 – Musei Vaticani – Pinacoteca. Olio su tela di cm 300 x 203. Preliminarmente occorre affermare che, molto probabilmente l’opera fu eseguita dal Caravaggio nella convinzione che fosse destinata ad essere appesa sopra un altare di una Chiesa. Ne consegue che  la visione corretta dell’opera sarebbe dovuta essere dal basso verso l’alto. Invero, l’opera venne commissionata da Girolamo Vittrice per essere inserita sopra l’altare della Cappella dedicata alla Pietà – di proprietà dello zio – ubicata nella chiesa di S. Maria in Vallicella a Roma, sede dell’Oratorio di San Filippo Neri. Imponente e di grande spessore il coperchio in marmo del Sepolcro in cui verrà deposto il corpo del Cristo tanto che il taglio sembra uscire prepotentemente dalla tela. L’opera dopo il Trattato di Tolentino fu affidata dai francesi a Giuseppe Valadier (famosa la casina omonima a Roma) per requisirla e portarla a Parigi al Museo Napoleonico dove vi rimase fino ai primi anni dell’800 quando la Chiesa, tramite Pio VII, ne chiese a gran forza la restituzione, avvenuta successivamante nel 1816. Da allora l’opera è conservata nella Pinacoteca dei Musei Vaticani a Roma. Forse una delle opere più intense dell’ultimo periodo della vita del Caravaggio. Commovente il sostegno e lo sforzo dei due apostoli Giovanni e Nicodemo che sostengono Cristo, mentre gli altri soggetti rappresentati mostrano segni evidenti di disperazione, stante la drammaticità dell’evento della morte. Notate come il volto di Nicodemo, unico a rivolgere lo sguardo verso l’interlocutore, è l’effige del ritratto di Michelangelo Buonarroti, in un gesto di cortese omaggio al divino scultore fiorentino. L’opera probabilmente è realizzata con luci notturne, pertanto vive nei contrasti assoluti voluti dall’ artista per l’atmosfera drammatica della morte e di certo la raffigura in tutta la sua drammaticità.

2 thoughts on “Musei Vaticani (Pinacoteca): opere del Caravaggio

  1. Tatiana ha detto:

    Non conoscevo bene questo articolo è stato un piacere leggerlo

    1. M^ Mario Salvo ha detto:

      Grazie! Quando si affronta un mostro sacro come il Caravaggio il rischio è di essere noiosi. Mi fa molto piacere che hai trovato l’articolo interessante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *