Casino Massimo Lancellotti

Casino Massimo Lancellotti

Casino Massimo Lancellotti

Casino Massimo Lancellotti

giardino

Il Casino Massimo Lancellotti (o anche detto Villa Giustiniani Massimo) si trova a Roma, in Via Matteo Boiardo 16, nel quartiere Esquilino. Si tratta di un edificio seicentesco in stile tardo manierista con un ampio giardino, che, in origine, faceva parte della Villa Giustiniani-Massimo edificata tra il 1605 e il 1618 su progetto di Carlo Lambardi. La villa apparteneva al Marchese Vincenzo Giustiniani, principe di Bassano e grande mecenate, per poi passare nel 1803 alla famiglia Massimo e nel 1848 alla famiglia dei Lancellotti.

La facciata esterna è ornate con rilievi e fregi.

Casino Massimo Lancellotti

facciata esterna

Proprio Carlo Massimo, appartenente alla famiglia Massimo, fece affrescare, tra il 1818 e il 1829, l’interno della villa, ovvero le tre sale al pianterreno, con un ciclo decorativo affidato ad un gruppo di pittori tedeschi chiamati i Nazareni, (per il loro aspetto caratterizzato da lunghe barbe e capelli con riferimento a Gesù di Nazareth), i quali si opponevano al classicismo accademico e si ispiravano ai grandi artisti del passato, come Giotto, Raffaello e Michelangelo. Gli affreschi (gli unici dipinti dei Nazareni a Roma), ritraggono scene tratte dalle opere letterarie di Dante, Ariosto e Tasso.

In particolare la stanza centrale o la Stanza dell’Ariosto fu affrescata da Julius Schnorr von Carolsfeld con episodi dell’Orlando Furioso;

Casino Massimo Lancellotti

Stanza dell’Ariosto, opera di Julius Schnorr von Carolsfeld

Casino Massimo Lancellotti

Stanza dell’Ariosto, opera di Julius Schnorr von Carolsfeld

Casino Massimo Lancellotti

Stanza dell’Ariosto, opera di Julius Schnorr von Carolsfeld

Casino Massimo Lancellotti

Stanza dell’Ariosto, opera di Julius Schnorr von Carolsfeld

Casino Massimo Lancellotti

Stanza dell’Ariosto, opera di Julius Schnorr von Carolsfeld

Casino Massimo Lancellotti

Stanza dell’Ariosto, opera di Julius Schnorr von Carolsfeld

Casino Massimo Lancellotti

Stanza dell’Ariosto, opera di Julius Schnorr von Carolsfeld

Casino Massimo Lancellotti

Stanza dell’Ariosto, opera di Julius Schnorr von Carolsfeld

Casino Massimo Lancellotti

Stanza dell’Ariosto, opera di Julius Schnorr von Carolsfeld

quella a sinistra o la Stanza di Dante fu affrescata da Joseph Anton Koch, Franz Horny e Philip Veit con episodi della Divina Commedia

Casino Massimo Lancellotti

il soffitto con il Paradiso, opera di Philipp Veit

Casino Massimo Lancellotti

La nave del Purgatorio, Stanza di Dante, opera di Joseph Anton Koch.

Casino Massimo Lancellotti

Stanza di Dante, opera di Joseph Anton Koch.

Casino Massimo Lancellotti

I ladri, Stanza di Dante, opera di Joseph Anton Koch, Casino Massimo Lancellotti, Roma

Casino Massimo Lancellotti

Stanza di Dante, opera di Joseph Anton Koch.

Casino Massimo Lancellotti

Stanza di Dante, opera di Joseph Anton Koch.

Casino Massimo Lancellotti

Dante nella Selva oscura, particolare della Stanza di Dante, opera di Joseph Anton Koch, Casino Massimo Lancellotti, Roma.

e infine la terza sala o la Stanza del Tasso, fu affrescata da Johann Friederich Overbeck con episodi della Gerusalemme Liberata.

Casino Massimo Lancellotti

Stanza del Tasso, opera di Johann Friederich Overbeck

Casino Massimo Lancellotti

Stanza del Tasso, opera di Johann Friederich Overbeck

Casino Massimo Lancellotti

Stanza del Tasso, opera di Johann Friederich Overbeck

Casino Massimo Lancellotti

Stanza del Tasso, opera di Johann Friederich Overbeck

Casino Massimo Lancellotti

Stanza del Tasso, opera di Johann Friederich Overbeck

Casino Massimo Lancellotti

Stanza del Tasso, opera di Johann Friederich Overbeck

Casino Massimo Lancellotti

L’assalto a Gerusalemme, opera di Friederich Overbeck, Stanza del Tasso.

Casino Massimo Lancellotti

Figura allegorica, Stanza del Tasso, opera di Friederich Overbeck, Casino Massimo Lancellotti, Roma

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *