Hubert de Givenchy: l’ eleganza oltre il tempo

hubert de givenchyHubert de Givenchy fu uno stilista francese nato il 21 febbraio 1927 a Beauvais. La sua moda è famosa per la sua forte coesione tra uno stile semplice e formale ma attento ad ogni minimo dettaglio; la sua personalità, è quella di un uomo, di notevole eleganza fisica, di cultura e dal gusto innato.

Nel dopoguerra Hubert de Givenchy si trasferì a Parigi e dopo una lunga lotta con la sua famiglia, borghese di stampo protestante, che non accettava il pensiero del figlio nel mondo della moda, fu accolto nell’Atelier di Jacque Fath, il più giovane ed estroso sarto dell’epoca.

Solo in seguito si riconciliò con la sua famiglia, quando entrò a lavorare nell’atelier di Robert Piguet, più classico e soprattutto svizzero protestante. Successivamente, da Schiapparelli, Hubert de Givenchy liberò tutto il suo estro, stando a contatto con una vera artista, che gli permise di unire alla sua eleganza e al suo classicismo anche una notevole fantasia sentimentale ed una certa eccentricità, che sono ancora la base del suo stile.

Hubert de Givenchy debuttò nel 1952, all’età di 25 anni, riscuotendo un grande successo grazie alla blusa Bettina e soprattutto grazie ad uno schizzo di GRUAU che ne confermò il successo.

Il 1953 fu l’anno di vero e proprio sviluppo della maison, grazie soprattutto ad Audrey Hepburn, che divenne subito sua musa e ideale femminile. Sia nei film che nella vita non portò altro che i modelli Givenchy, divenendo ambasciatrice del suo taglio classico ed elegante.

Tra gli anni ’50 e ’60 furono molte le creazioni iconiche che lanciò nelle sue collezioni:

1953- l’abito a sacco

1958- il mantello a collo avvolgente

1959- l’abito a palloncino e l’abito a bustino

L’incontro con Cristobal Balenciaga fu fondamentale per confermare ulteriormente il suo stile, dal momento che vedeva in lui il suo maestro nella costruzione architetturale dell’abito.

Quando Balenciaga si ritirò dall’alta moda nel ‘68, Hubert de Givenchy ne ereditò la clientela, composta principalmente da attrici e donne del jet-set internazionale: la duchessa di Windsor, Grace di Monaco, Lauren Bacall e Jacquelin Onassis per citarne alcune.

Nel 1957 Hubert de Givenchy sviluppò e creò una linea di profumi, Parfums Givenchy, diretta dal fratello Jean-Claude. Inizialmente riscontrò difficoltà, che riuscì tuttavia a superare con enorme successo nel 1960 grazie al lanciò dei profumi “DE” e “L’INTERDIT” quest’ultimo ideato esclusivamente per Audrey Hepburn, prese questo nome solo in un secondo momento.

Nel 1959 Givenchy propose due fragranze maschili, inizialmente pensate per se stesso “MONSIEUR de GIVENCHY” e “EAU de VETYVER”.

Nel 2007 per i suoi 50 anni, la maison Givenchy ha riproposto varie creazioni, tra cui l’Interdit, Vetyver o Givenchy III.

1 thought on “Hubert de Givenchy: l’ eleganza oltre il tempo

  1. Teresa Piazzai ha detto:

    mi fa molto piacere approfondire i grandi della moda e saperne qualcosa di più, qualche particolarità è sempre divertente; grazie per il vostro lavoro, continuate così.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *