Liane de Pougy: la cortigiana più bella di Parigi

liane de pougyLiane de Pougy, all’anagrafe Anne-Marie Chassaigne ( La Flèche, 2 Luglio 1869 – Losanna, 26 Dicembre 1950) è stata una famosa cortigiana, scrittrice, attrice e ballerina della Parigi dell’ Ottocento, simbolo di charme, bellezza e di seduzione nel pieno della Belle Époque.

La sua vita, tutta’altro che banale, sembra un sensazionale giro di eventi, un vero e proprio “coup de théâtre”, grazie anche ad un carattere non proprio mansueto.

Liane de Pougy nasce infatti in una famiglia borghese e molto religiosa: Liane trascorre la sua infanzia in un convento di Gesuiti dove viene istruita ed educata soprattutto alla fede religiosa. Ancora giovanissima, a soli sedici anni sposa Henri Pourpren un tenente della marina militare, ma il matrimonio si trasforma ben presto in una gabbia di violenze e di maltrattamenti. Non riuscendo più a sopportare la tormentata vita matrimoniale, Liane de Pougy, sola e senza denaro, si trasferisce a Parigi dove conosce Valtesse de la Bigne, famosa cortigiana dell’epoca, che la introduce nella vita mondana parigina.

E’ in questo periodo che assume il nome di Liane de Pougy, e contemporaneamente diventa prima una ballerina del “Folies Bergère” e successivamente una cortigiana.

Inizia così la sua carriera fatta di spettacoli teatrali, feste danzanti, lusso e ricchezza, mondanità, e moltissimi amanti tra i quali si annoverano scrittori, letterari, duchi, conti e principi, il tutto condito da quella euforia tipica della Belle Époque.

Passata alla storia è la sua rivalità, che si trasforma in una agguerrita competizione a colpi di spettacoli e di amanti, con la  La Bella Otero, ballerina e cortigiana di origine spagnola, nonchè stella del “Folies Bergère”.

Ma ad un certo punto Liane de Pougy, forse annoiata da quella vita, inizia a collezionare amanti anche di sesso femminile: la svolta avviene quando incontra Natalie Clifford Barney, scrittrice e poetessa americana della quale si innamora perdutamente. Conseguentemente la sua carriera da cortigiana ha una brusca interruzione ma ciò non importa a Liane la quale inizia una relazione sentimentale con Natalie, trascinando dietro di sè la scia dello scandalo.

Una storia passionale che però dura solo poco tempo e che Liane de Pougy racconta nel suo romanzo “Idylle Saphique” del 1901.

Ormai chiusa la carriera di cortigiana Liane de Pougy si concentra sulla carriera di attrice presso lo storico locale parigino del “Folies Bergère”, insieme a Sarah Bernhardt.

Qualche anno più tardi Liane de Pougy conosce il principe Georges Ghika, che sposa poco dopo acquisendo il titolo di principessa. Il matrimonio, dapprima felice, viene interrotto dall’ingresso sulla scena di una giovane donna Manon Thiebaut, inizialmente amante di Liane e poi di Georges.

Gli ultimi anni della sua vita Liane de Pougy li trascorre presso il Terzo Ordine di San Domenico, occupandosi principalmente dell’ orfanotrofio, l’Asilo Saint-Agnès.

La preghiera e la fede aprono la strada verso la conversione: nel 1943 Liane del Pougy prende i voti e diventa suor Maria Maddalena della Penitenza.

Ancora adesso Liane de Pougy viene ricordata in tutto il mondo come la cortigiana più bella di Parigi.

 

2 thoughts on “Liane de Pougy: la cortigiana più bella di Parigi

  1. Teresa Piazzai ha detto:

    molto interessante l’articolo ma ancor di più la vita di questa donna considerando che era l’ottocento, complimenti esempio di libertà e coraggio

  2. GIANLUCA ha detto:

    Non conoscevo questa donna che ha avuto una vita decisamente particolare : prima ballerina, poi attrice e cortigiana e infine suora .E qui il cerchio si chiude: la fede religiosa dell’infanzia trascorsa in collegio la ritrova nella ultima fase della sua vita. Concludendo posso affermare che l’articolo è veramente interessante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *